L’impiego in Svizzera

L’impiego è, come in tutti i paesi, una preoccupazione principale in svizzera. Le previsioni non sono al bello ma neppure catastrofici, l’indicatore dell’occupazione del centro di ricerche congiunturali (KOF) prevede stagnazione del numero di posti di lavoro in Svizzera. Quest’indicatore è passato da 1,3 ad aprile a -1 alla fine di luglio ciò che lascia supporre che l’occupazione (a tempo pieno) resterà stabile nel corso dei tre mesi futuri e questo è un buono risultato riguardo al contesto economico europeo. Il ribasso dell’indicatore del KOF può essere spiegato dalla strategia delle imprese che conservano i loro dipendenti ma non assumono ciò che, per conseguenza, non crea un impiego.
Le imprese penano a reclutare poiché si aspettano di affrontare forti turbolenze economiche con la crisi del debito europeo e preferiscono dunque non impegnare nuove spese. Tuttavia alcuni settori fanno eccezioni con un forte tasso d’occupazione come le assicurazioni ed il servizio. Al contrario i settori come il settore bancario, gli uffici studi l’edificio e ben altri continuano ad avere un numero di posti di lavoro stabili. Più pessimisti, i settori del settore alberghiero e dell’industria si preparano a diminuire il loro numero di posti di lavoro dopo il tasso di cambio (il franco è troppo forte), alle condizioni meteorologiche cattive ed ai timori che riguardano il futuro dell’unione europea.

 

Demandez une offre d'assurance chômage complémentaire

 



22fd31d4e800f256777d1595fe931426FFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFF nec Donec elit. dictum ipsum pulvinar ante. id Curabitur